Giuseppe Politi, 60 anni e proveniente da una famiglia di coltivatori diretti, ha iniziato nel 1976, dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche e svolto un breve periodo di insegnamento, l’impegno nell’Alleanza regionale dei contadini della Puglia, ricoprendo l’incarico di responsabile regionale del settore sicurezza sociale e di coordinatore regionale del Patronato Inac e dell’Associazione dei pensionati.

Politi ha partecipato attivamente a tutte le fasi della Costituente contadina e nel congresso di fondazione, nel dicembre del 1977, viene eletto nella Direzione nazionale. Dal 1983 al 1999 ha ricoperto, in Puglia, l’incarico di presidente regionale della Confcoltivatori prima e della Cia dopo.

Nel 1999, Politi ha lasciato la Cia della Puglia in seguito all’elezione alla Presidenza nazionale, con la responsabilità delle Politiche dei settori produttivi e di mercato.

Nell’Assemblea straordinaria dell’ottobre del 2000, viene confermato alla Presidenza nazionale, con la responsabilità delle politiche dell’organizzazione e finanziarie. Dal dicembre 2002 ha ricoperto l’incarico di vicepresidente vicario nazionale. Nel luglio del 2004, Politi viene eletto presidente nazionale della Confederazione. E’ stato confermato alla presidenza nel marzo del 2006.

Attualmente Politi è componente del Cnel e ricopre la carica di vicepresidente del Copa (il Comitato delle organizzazioni agricole europee) e di presidente del Comitato Mediterraneo della Fipa (Federazione internazionale dei produttori agricoli), della quale è anche membro del Direttivo. Inoltre, Politi è presidente dell'Ases, l'Associazione solidarietà e sviluppo, e fa parte del Consiglio di Amministrazione dell’Ugf (Unipol gruppo finanziario).