PortellaGinestra_Radio3 Non c’è futuro senza memoria. E l’eccidio di lavoratori che avvenne nel 1947 in località Portella della Ginestra, la prima strage di Stato dell’Italia repubblicana, non può e non deve essere dimenticato. Oggi come ieri, quei tragici eventi affermano l’attualità del richiamo ai principi fondamentali della giustizia e della legalità, beni preziosi ma non ovunque e non a tutti accessibili. Questo il senso profondo dell’iniziativa voluta dalla Cia “Gli agricoltori italiani in ricordo di Portella della Ginestra. Legalità, dignità, lavoro, sviluppo”, che si è tenuta a Palermo il 27 aprile a Palazzo dei Normanni. Un’iniziativa attraverso cui la Confederazione ha voluto dare il suo contributo affinché le eccellenze del Made in Italy, bandiera dell’Expo di Milano, siano legate non solo alla qualità indiscussa delle produzioni agricole, ma anche alla qualità e alla dignità del lavoro e della vita degli agricoltori. Nel settore infatti, le organizzazioni criminali producono più di 240 reati al giorno, praticamente otto ogni ora, e mettono sotto scacco oltre 350 mila agricoltori. La piovra della mafia allunga i tentacoli sul comparto per un fatturato da 50 miliardi di euro l’anno. Poi c’è il tema tragico del lavoro nero che, secondo l’Eurispes, ha rappresentato nel 2014 un terzo della forza lavoro agricola. Una cifra, tra l’altro, in costante aumento negli ultimi anni: 27,5% nel 2011, 29,5% nel 2012, 31,7% nel 2013. Dati allarmanti che richiedono una complessità adeguata d’approccio. Occorre distinguere -secondo la Cia- le irregolarità, non legate alla malavita, che richiedono semplificazione e premialità, dalle illegalità acclamate e dai casi di lavoro nero e caporalato vero e proprio, dove la formula necessariamente cambia e le “armi” a disposizione devono essere “affilate”. In tale ambito, serve una razionalizzazione degli interventi ispettivi e una loro crescita dal punto di vista qualitativo, in modo da indirizzare la risorse verso le situazioni di reale gravità e rendere il sistema d’intervento più efficace e reattivo.

Per saperne di più: https://shar.es/17rFc1